Tu sei qui:

CEO BOARD: Prendi Il Controllo Dei Numeri Della Tua Azienda Scalabile®

Palco_Scalabile_Michele

Uno dei principali problemi che incontro durante la mia attività di consulenza con imprenditori professionisti è che, durante il loro percorso di crescita, perdono il controllo.

 

Questo genera molta ansia e molti problemi a livello personale, emotivo e aziendale.

 

Proprio per questo voglio mostrarti 3 strumenti fondamentali che sono indispensabili, come dicono gli americani, per il tuo business, in modo da poter prendere il controllo della tua azienda.


STRUMENTO N°1

Il primo strumento che voglio mostrarti è legato alla parte relativa al marketing e alla parte commerciale, che per come la vedo io, costituiscono un unico dipartimento rispetto a anni fa.

 

In passato, il marketing doveva fare certe cose e il commerciale altre.

Quando non si raggiungevano i risultati sperati, uno dava la colpa all’altro.

 

Il commerciale diceva che non arrivavano abbastanza lead e che erano al di fuori del target, mentre il marketing rispondeva che aveva portato altre opportunità e che era il commerciale che non era capace di chiudere.

 

Se sei in un business dove hai sia il marketing che il commerciale, sai bene di cosa sto parlando.

In questo caso, il primo aspetto che devi avere, in qualità di imprenditore professionista che deve coordinare queste due aree, è unificare il processo e avere un’unica Stella Polare.

 

Dall’altra parte, devi tracciare tutte le leve di marketing.

 

In base ai fan base che hai, devi definire quelli che sono i tuoi obiettivi mensili.

Man mano che passa la settimana, a livello settimanale, ti viene fornita una realizzazione effettiva che fa la differenza, esattamente come un conto economico.

 

Questo ti permetterà di poter guardare al progressivo sviluppo degli investimenti, alla barra dei lead e ai risultati che stai ottenendo con le tue campagne di marketing.

 

Esattamente come fai con il conto economico, una volta che hai terminato il mese, devi copiare questo dato e riportarlo nel mese successivo, in modo tale che man mano si accumulino dati che ti diano un totale annuale e ti formino una sorta di storico mnemonico per ciò che hai fatto nei mesi precedenti.

 

Ti assicuro che, senza questo tipo di monitoraggio, il marketing diventa molto complicato e devi andare ogni volta a rivedere tutto da capo.

 

Quanto avevamo investito tre mesi fa e quanti lead avevamo generato? Quanto ci costavano?


STRUMENTO N°2

Il secondo aspetto è legato al commerciale, una volta che hai inserito i dati nella fase previsionale.

Nella parte iniziale inserisci i dati sui lead che gestirai e sulle opportunità che creerai per il tuo team commerciale.

 

Da lì inizi a capire quanto convertono durante le varie fasi del customer journey, ad esempio in fase di programmazione dell’appuntamento o di chiusura della vendita.

 

Chiaramente, i tempi di ciclo d’acquisto sono molto diversi da business a business, ma questi dati ti aiuteranno ad avere una previsione minima e, man mano che li raccogli, li potrai riunire in questa fase per avere un controllo reale e semplicistico sulle aree di marketing e commerciali.

 

Anche sul lato commerciale potrai vedere una sorta di previsione relativa all’attività.

Questo è il primo strumento che voglio condividere e che puoi scaricare dai link che trovi in descrizione o in questa pagina, ovviamente insieme ad altre risorse gratuite.

 

Il secondo elemento riguarda i PAI generali, ovvero un profilo generale di tutto il flusso, da quando investi a quanti lead generi e quale è la conversione, a quanti appuntamenti e quante fasi commerciali.

 

È simile al primo strumento, ma ti permette di vedere anche a livello economico tutti i dati che ti servono per avere una visione generale del tuo customer journey.


STRUMENTO N°3

Il terzo aspetto riguarda il tuo conto economico previsionale, che è un must-have e che ti permette di abbinare il livello più alto della tua azienda.

 

Anche questo è uno degli strumenti che secondo me ogni imprenditore professionista deve avere per avere una visione di budgeting su tutte le potenzialità di ricavo e le tipologie di costo tra costi variabili e fissi.

 

Questo ti consente di avere un costo totale e di controllare meglio la tua azienda, combinando tutti i dati relativi alla parte commerciale, alla conversione generale e al tuo conto economico totale.

 

Questo diventa fondamentale per un imprenditore che vuole crescere e gestire al meglio la propria attività.